Qualche anno fa, mio padre voleva a tutti i costi iscrivermi a MasterChef. Io – per pigrizia, per paura o per chissà cosa – l’ho sempre frenato. Non ho mai avuto timore delle telecamere, è vero, ma a quel tempo avevo una dannata paura del giudizio dei miei professori e dei miei amici di facoltà. «Che cosa penseranno?», mi domandavo molto ingenuamente allora. «Ha davvero senso preoccuparsi di cosa pensino?», mi domando meno ingenuamente oggi.

Quest’anno, la svolta. Mia sorella Alessia e la mia migliore amica Costanza mi hanno iscritto di nascosto al programma. Quando ho ricevuto la chiamata dalla redazione, ero in biblioteca a Venezia, precisamente a Zattere – la stessa biblioteca che si vede nel mio magazine! Ricordo solo di essere caduto dalla nuvole: chi diavolo mi ha iscritto a MasterChef?

Quel giorno il sole splendeva fiero ed alto sopra Venezia. Il Canale della Giudecca traboccava di luce, mentre io passeggiavo avanti e indietro tra i gabbiani, i piccioni, gli studenti in pausa pranzo e i turisti a passeggio. Quella chiamata inaspettata è durata a lungo – 26 minuti per la precisione. Quando ho rimesso giù, non sapevo cosa pensare: davvero ho avuto il coraggio di parlare dei miei Gnocchi alla Platone e della mia Faraona freudiana?

giovanni

Ora che l’avventura nelle cucine di MasterChef è cominciata, voglio ringraziare quelle due piccole scellerate che hanno avuto la follia – o la lungimiranza – di iscrivermi di nascosto al programma. Io probabilmente non l’avrei mai fatto da solo. Il demone accademico che in me mi avrebbe sicuramente fermato all’ultimo momento, ripetendo la sua solita cantilena: «la filosofia è cosa da pochi, il filosofo non può scendere dalla sua torre d’avorio, figuriamoci se possa mettersi ai fornelli

Ecco: alle volte abbiamo bisogno che qualche angelo in carne ed ossa ci strattoni e ci schiaffeggi, per ricordarci che i diavoli nella nostra testa sono tutti immaginari.

together

(Drawings by my “brother in kitchen” Gigi Muraro a.k.a Gustavo)

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale

Annunci

Un pensiero su “Il giorno in cui mi iscriss(ero) a MasterChef

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...