Storia di una prostituta

Storia di una prostituta

[L’autrice del testo, che ha preferito restare anonima, ci tiene a sottolineare come la sua storia sia eccezionale, e dunque non rappresentativa della condizione delle prostitute in Italia, nella maggior parte dei casi ben peggiore della sua.
N.B.: tutti i nomi riportati nel testo sono di fantasia
]

Sto tornando a casa, è l’una di notte. Percorro lentamente a piedi questa strada buia di periferia, al ritmo cadenzato dei suoi lampioni arancioni. Sotto di loro, tante piccole figure scure, dai contorni femminili. Qualche anno fa anche io ero lì, sotto quella sterile luce, a pregare che la nebbia si dileguasse, con la perversa speranza che qualche principe grigio e senza nome mi accogliesse furtivo nella sua macchina.

Ho lavorato ovunque, da Bolzano a Catania: ho respirato la salsedine umida dei viali di Porto Marghera; sono salita e scesa su dei SUV enormi nella periferia di Milano; ho sofferto il freddo polare di Via Togliatti, a Natale, Santo Stefano e Capodanno.

Continue reading “Storia di una prostituta”